La pesca a mosca valsesiana è il tradizionale e antico metodo di pesca a mosca tipico della Valsesia, una valle ai piedi del Monte Rosa nelle alpi Nord Occidentali Italiane.
Una semplice canna fissa , una lenza in crine di cavallo intrecciato, un trenino di mosche essenziali e molta abilità da parte del pescatore, sono ancora oggi il cuore di questa tecnica elegante ed efficace allo stesso tempo.
Il sito è un invito a conoscere questa pesca e il modo di “leggere” l’ambiente acquatico che si acquisisce con essa, direttamente dai pescatori valsesiani che ancora la praticano.

La storia

L'arte e la pesca a mosca


Sappiamo che la pesca a mosca Valsesiana è una tecnica di pesca molto antica e che ci è stata tramandata esclusivamente per via orale come molte delle tradizioni che facevano parte della cultura popolare di un tempo, ma quanto è antica? La risposta è stata trovata in mano ad un santo, San Zeno, nella pala dell'altare della parrocchia di Borso del Grappa in Veneto. Non vi nascondo che quando ho visto per la prima volta l'affresco di Jacopo da Ponte del 1538 ho fatto un balzo sulla sedia! Non credevo ai miei occhi, il santo regge una canna con una lenza in crine bianco che termina con una moschetta , ad una delle mosche è appeso un temolo e le altre che penzolano dalla sua mano, oltre ad essere del tutto simili alle valsesiane, sono legate esattamente come quelle che utilizziamo oggi con la stessa lunghezza dei braccioli e alla stessa distanza l'una dall'altra!Notate che il santo è rappresentato con un temolo altra conferma del fatto che proprio la pesca dei temoli doveva essere il motivo che spingeva i pescatori a dedicarsi alla pesca a mosca perchè le trote avrebbero potuto prenderle con numerosi altri sistemi. Questa scoperta ha dimostrato come in molte delle vallate dell'arco alpino si pescava a mosca fin dal 1500 e che queste tecniche che avevano ciascuna dei tratti distintivi che le identificavano, erano comunque simili tra loro. Oltre a questo sapppiamo che nel Treatyse il famoso testo del 1486 troviamo le indicazioni per costruire una canna in tre sezioni del tutto somigliante alla canna per la valsesiana in uso fino ad oggi. Dopo queste scoperte mi sono chiesto se fra le centinaia di affreschi presenti nelle chiese e negli edifici sacri di tutta la Valsesia, non fosse possibile trovare una rappresentazione simile a quella di Jacopo da Bassano. Forse sono stato fortunato, ma ecco che le mie ricerche appena iniziate sembrano subito avere successo, fra gli affreschi del seicento sui muri della cappella delle tentazioni di Cristo al Sacro Monte di Varallo, trovo una scena di pesca dove si vedono alcuni pescatori sulle rive di un fiume nell'atto di pescare, quello sulla destra sembra avere una cavagnola che gli pende dalla schiena.Gli affreschi sono ad opera di Melchiorre D'Enrico fratello del famoso Tanzio da Varallo considerato il Caravaggio delle alpi. Sul portale che immette sul sagrato della parrocchia di Boccioleto in Val Sermenza, ecco invece spuntare San Pietro che regge due temoli appesi ad un filo alla mano destra, l'opera settecentesca si rifà all'originale di Antonio Orgiazzi e ancora una volta il temolo è considerato un pesce pregiato al punto da essere rappresentato in mano ad un santo.(tutte queste foto si possono ingrandire nella galleria delle immagini dedicate alla storia)Insomma possiamo dire che la pesca a mosca ha una lunghissima tradizione in Italia e le opere d'arte sono lì a ricordarcelo ,come è accaduto per molte altre cose siamo stati bravi ad assimilare ciò che arrivava dall'estero ma non possiamo cancellare la storia che ci appartiene e qui in Valsesia, se volete, è ancora possibile ritrovare una tecnica che ha saputo resistere al passare del tempo e si ripropone come una validissima alternativa in grado di regalare grandi soddisfazioni a chi ci si vorrà dedicare.


Bibliografia


Questa bibliografia raccoglie quelle opere in cui compaiono descrizioni, citazioni o anche solo brevi accenni, ma significativi, della pesca a mosca alla valsesiana; sono state inserite anche alcune opere importanti per la storia della pesca in Valsesia voglio ringraziare Marco Baltieri che con pazienza ha raccolto questo elenco permettendomi di metterlo a disposizione di tutti.

ALBERTARELLI M., La valsesiana, in Enciclopedia del pescatore, vol. 3°, Fratelli Fabbri, Milano 1969.
ALBERTARELLI M., L’amo e la lenza, Mondadori, Milano 1975.
ALBERTARELLI M., Storie di pesca, Mondadori, Milano 1980.
BALTIERI M., La pesca, in: G. V. AVONDO (cur.), Cultura contadina in Piemonte, Bonechi, Firenze 2009.
BALTIERI M., Due secoli di pesca a mosca a Torino, “TL Pesca”, 7 (2009) e 2 (2010).
BALTIERI M., Tradition! La tradizione torinese della pesca a mosca, “Fly Line. Ecosistemi fluviali”, 1, 2, 3, 4 (2010).
BARTELLINI W., Storia della pesca a mosca moderna italiana, “Fly Fishing”, 2 (2004).
BERTACCHINI P., Magie immerse. Ninfe, spider e pescatori con la mosca finta, Fly Line, Casinalbo 2007.
CALIGIANI A., La pesca con la valsesiana, “Pesca In”, 7 (1995).
CAVATORTI G., Da Eliano a Charles Cotton. Le origini italiane, “Fly Line. Ecosistemi fluviali”, Speciale storia, suppl. 5 (2004).
CORTIANA D., La pesca alla trota nella Val di Daone, “Val di Daone Rotary” (1964).
DEGOLA G.C., Lui, della “valsesiana” è un vero caposcuola, (?) aprile 1971.
DIONIGI R., Anelli sull’acqua. Testi e immagini per storie di pesci e di pesca a mosca, Insubria University Press, Parma 2004.
DIONIGI R., STORTI STORCHI C., La pesca alla valsesiana. Tracce di storia della pesca nella tradizione scritta e orale della Valsesia, Cardano, Pavia 2002.
DOMENINO P., L’arte della pesca con la canna per le acque dolci del Piemonte tanto correnti che stagnanti, Bagetti, Torino 1851.
FELIZATTO T., Fishing “Alla Valsesiana”: Living Angling History from the Mountains of Northern Italy, “The American Fly Fisher”, vol. 5, n. 3 (1979).
FIPSAS Lodi, La pesca dagli anni ’50 ad oggi. La mosca valsesiana, www.Fipsaslodi.it (2004).
GENTILI G. (e altri), Le acque, i pesci e la pesca in Valsesia, Tipolitografia Borgosesia, Borgosesia 2002.
GHERSINICH A., Passione per la piemontese, “Il pescatore”, 11 (1997).
HERD A., The Fly. Two Thousand Years of Fly Fishing, The Medlar Press, Ellesmere 2003.
HERD A.N., Traditional fishermen in the Italian Po Valley, www.flyfishinghistory.com (2009).
JARDINE Charles, Enciclopedia della pesca a mosca, Rizzoli, Milano 1991.
KELLEHER K.G.,MISAKO ISHIMURA, Tenkara. Radically Simple, Ultralight Fly Fishing, Lyons Press, Guilford 2011.
KING S.W., The Italian Valleys of the Pennine Alps: a Tour through all the Romantic and Less-frequented “Vals” of Northern Piedmont, from the Tarentaise to the Gries, John Murray, London 1858.
LAWRIE W. H., International Trout Flies, Muller, London 1969.
MARTIN Darrell, The Fly-Fisher’s Craft. The Art and History, The Lyons Press, New York 2006.
MASSEINI A., Fly Fishing in Valsesia, Italy: An Ancient Technique, “The American Fly Fisher”, vol. 24, n. 2 (1998).
MASSEINI A., Fly Fishing in Early Renaissance Italy? A Few Revealing Documents, “The American Fly Fisher”, vol. 25, n. 4 (1999).
“OPLÀND”, La pesca a mosca. Gara d’astuzia e abilità tra uomo e pesce, “Fenera”, 6 (2010).
PEROSINO S., La pesca sportiva in Italia. Pesci, esche, lenze, Viglongo, Torino 1955.
PRAGLIOLA R., Magia sull’acqua. TLT-La tecnica italiana di pesca a mosca, Hoepli, Milano 2008.
PRICE T., Modelli di mosche artificiali. Guida internazionale, Lorenzini, Udine 1986.
RAMELLA V., Guida ai torrenti e ai laghi della Valsesia, GEA, Modena (?).
ROSA TADDEI S., (?), Valsesiana mestiere antico, “Pescare”, (?).
SAMPÓ C., VALLERO F., La pesca, in: Il Po a Carignano, Regione Piemonte/”Quaderni Carignanesi”, 8 (1980).
VEISI F., Parlando di trote con Martini e “Moretto”. La parola di due “maestri”, “Il pescasportivo piemontese”, 2 (1967). (?).
La pesca come arte che un maestro di scuola pratica e insegna, “Stampa Sera”, 2 marzo 1982.

Questa bibliografia sulla pesca alla valsesiana viene costruita e aggiornata con il contributo dei visitatori del sito; chi avesse delle segnalazioni di libri, articoli, interviste o altro relative alla pesca a mosca alla valsesiana può cortesemente comunicarle a Andrea Scalvini e Marco Baltieri all’indirizzo mail info@moscavalsesiana.it